Anta decorata
L’anta, quasi inutilizzabile come tale, era in pessimo stato.
Dopo una pulizia con prodotti da restauro è stata eseguita una disinfestazione antitarlo con permetrina. Essendo principalmente un’opera di restauro che ha necessitato di consolidamento e disinfestazione antitarlo si è reso necessario l’utilizzo di prodotti con contenuto COV prossimo ai 500g/L.

Parti metalliche

Le parti metalliche sono state lasciate ossidate per non rovinare l’affasciante patina che solo il tempo può regalare. Per stabilizzare l’ossidazione cardini e serratura hanno ricevuto una protezione tramite una finissima resina acrilica in solvente nitro.

Consolidamento

Si è proseguiti col consolidamento del legno con resine acriliche disciolte in acetone per rendere consistenti le parti fragili e a rischio sgretolamento.
La verniciatura semitrasparente è una pittura acrilica (COV <30g/L) colorata con bianco di zinco.

L’illustrazione

Tramite un semplice gioco di solventi si è poi trasferita la stampa di un celebre disegno di Alfons Mucha direttamente sull’anta ottenendo un effetto vissuto.